Test intolleranze alimentari

Test intolleranze alimentari

Le intolleranze alimentari sono le “allergie non allergiche”. Questa definizione risale al 1991, quando l’allergologo Kaplan presentò un suo articolo in cui descriveva l’esistenza di stati allergici che non era possibile correlare alle immunoglobuline E (IgE).

Allergie tradizionali e intolleranze alimentari non sono la stessa cosa.
Generalmente alle intolleranze alimentari si associano disturbi generici e tardivi rispetto all’assunzione degli alimenti come pesantezza, gonfiore addominale, ritenzione idrica, mal di testa persistente.

Le intolleranze più frequenti in termini assoluti sembra siano a carico di sostanze alimentari lievitate, latticini, farina bianca o integrale, soia , lecitina di soia e leguminose.

Le intolleranze alimentari possono essere sostenute da meccanismi immunologici con produzione di immunoglobuline di tipo IgG, o da meccanismi biochimici che coinvolgono mediatori chimici che provocano alterazioni morfo-funzionali dei linfociti.
Per una completa diagnosi delle intolleranze il laboratorio offre due tipi di test. In ogni caso è molto utile che la scelta del test più indicato per la propria sintomatologia sia valutato da un medico. Il nostro medico di riferimento dietologo specialista in scienze dell’alimentazione è il dott. Salvatore Iacopetta

INTOLLERANZE ALIMENTARI: 108 ALIMENTI,   1 SOLO TEST

Il test Intolleranze Alimentari si esegue su un campione di siero ed è volto a individuare quali sono gli alimenti che disturbano l’organismo provocando una reazione immunologica mediata da anticorpi IgG e i rispettivi alimenti testati. Il prelievo non richiede di essere digiuni e può essere fatto anche a bambini, di età consigliabile superiore ai 6 anni, e persone anziane. Il test è eettuato mediante la metodica ELISA, che permette di individuare quali sono le proteine alimentari contro le quali l’organismo ha reazioni avverse.
E’ necessario che il paziente non stia seguendo una rigida dieta alimentare, né che stia assumendo farmaci cortisonici, antistaminici, immunosoppressori, immunomodulatori e nemmeno farmaci omeopatici.
Per l’analisi su 108 alimenti  il costo è di 175,20 euro

Gli alimenti analizzati sono i seguenti:
GRAMINACEE gran, grano saraceno, granturco, orzo, riso, segale ROSACEE albicocca, ciliegia, fragola, mandorle, mela, pera, pesca, prugna
SOLANACEE melanzana, paprika, patata, peperoncino, pomodoro, peperone
RUTACEE arancia, cedro, limone, mandarino
CRUCIFERE cavolo, broccolo, cavolfiore, mostarda
CHENOPODIACEE spinaci
OMBRELLIFERE carota, finocchio, prezzemolo
LABIATE basilico
LEGUMINOSE ceci, fagiolo bianco, fagiolo borlotto, fagiolino, lenticchie, piselli
CUCURBITACEE anguria, cetriolo, zucca, zucchina
COMPOSITE carciofo, cicoria, lattuga
MUSACEE banane
VITACEE uva bianca, uva nera
BROMELIACEE ananas
LILIACEE aglio, cipolla
GRUPPO ALIMENTI 1 funghi, lievito di birra, lievito di pane
GRUPPO ALIMENTI 2 carne di maiale
GRUPPO ALIMENTI 3 latte di capra, latte di mucca, latte di pecora, agnello
GRUPPO ALIMENTI 4 bianco d’uovo, tuorlo d’uovo, pollo
MIX PESCI nasello, salmone, tonno, trota, spigola, sogliola, sardina, merluzzo, acciuga
MIX CROSTACEI aragosta, gambero, granchio, scampo
MIX MOLLUSCHI mitilo, polpo, vongole, seppia, ostrica, calamaro
MIX CARNI tacchino, coniglio
MIX FRUTTA SECCA noce, nocciola, nocciolina, pistacchio, pinolo
MIX SEMI semi di girasole, semi di cola, semi di sesamo, semi di soia
ALIMENTI SPECIFICI cacao, caè, the, oliva, kiwi, fico, cappero, castagna, avena, miele, pepe bianco, pepe nero, pepe rosso, glutine

Menu Title